In ricordo di Enrico Comba


Era nato a Pinerolo 64 anni fa e aveva trascorso tutta la sua carriera insegnando antropologia culturale nell’Ateneo di Torino. Si era avvicinato alla disciplina grazie agli insegnamenti di Francesco Remotti, per poi laurearsi in Storia del Cristianesimo con Giovanni Filoramo. L’etnologia religiosa è sempre stata al centro degli interessi di Enrico, che si è concentrato sullo studio degli indiani del Nord America, dello sciamanesimo siberiano e, in anni più recenti, del contesto ecuadoregno nel quadro della Missione Etnologica Italiana in Ecuador del Ministero degli Affari Esteri, che ha diretto dal 2014 al 2017. All’etnografia ha sempre affiancato ricerche teoriche e storiche sulla nostra disciplina, come dimostra la sua amplissima bibliografia. Tra i suoi ultimi lavori il volume Men and Bears. Morphology of the Wild, curato con Daniele Ormezzano per la Accademia University Press nel 2019. Ma vogliamo ricordarlo anche per i suoi interessi museali, che l’hanno portato a dirigere il Centro Studi e Museo di Arte Preistorica di Pinerolo e a partecipare con entusiasmo al comitato scientifico del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino, supervisionando diverse tesi magistrali su oggetti della collezione americanistica. Lascia un grande vuoto tra i colleghi e gli studenti del Dipartimento di Culture, Politica e Società, acuito dalle circostanze drammatiche della sua scomparsa.

 Cecilia Pennacini (Direttivo SIAC)